Consigli di Guerra (3)

19 Giu

Storie di Elfi e di Uomini

“Basta così”, ordinò la Regina dopo aver atteso qualche piccola clessidra, “non sarai punita per aver eccitato quel giovane alfiere, ma ci saranno mille altre buone ragioni, prima di stasera, perché tu assaggi il nostro frustino lì dove più ti fa urlare”.
“Sì Padrona”, rispose disciplinatamente la Strega.
“È pronta la nostra carrozza?”, chiese la Regina.
“Sì, Padrona”.
“E allora andiamo. Puoi alzarti in piedi, abbiamo fretta. E poi non cammini a quattro zampe bene come vorremmo”.

View original post 551 altre parole

Consigli di Guerra (2)

12 Giu

Storie di Elfi e di Uomini

Come il generale Demon, gli altri ufficiali rimasero in silenzio. Poi, ad un cenno della Regina, Demon prese a riferire la situazione sul campo.

“Con il permesso della Maestà Vostra, Diron dispiegherà una mappa”.

Il giovanissimo alfiere, sentendo il suo nome, si riscosse ed estrasse dal tascapane un informe quadratino di cartapecora, lo spiegò e lo rispiegò e finalmente lo distese sul gelido pavimento di marmo nero, un ampio rettangolo più chiaro coperto di simboli tattici. Finito che ebbe, fece due passi indietro per assumere di nuovo la posizione di rispetto.

View original post 511 altre parole

Consigli di Guerra (1)

5 Giu

Storie di Elfi e di Uomini

La Regina Nera, che teneva accanto a sé la Strega, aveva ricevuto il suo Stato Maggiore nella Sala Vecchia del Trono, vuota e cavernosa; in fondo, nella penombra, si intuiva l’enorme trono che la Regina avrebbe volentieri bruciato: per antica tradizione il Re vi possedeva la favorita di turno davanti a tutta la corte.

View original post 578 altre parole

Precisazioni

1 Giu

Storie di Elfi e di Uomini

Lo so, voi adesso morite dalla voglia di sapere che cosa si sono detti l’Elfa ed il Mago, che accordo hanno trovato. O forse siete rimasti delusi perché Belladonna si è servita del piccolo Barbaro solo per effettuare la connessione e poi non se lo è scopato? Bene, diciamo che, alla fine, visto come stavano le cose, sia il piccolo Arjo Fennersson che Morwen hanno avuto la loro soddisfazione.

View original post 34 altre parole

Pugnali e poteri (6)

29 Mag

Storie di Elfi e di Uomini

“Mia signora, devo confessarti di aver violato la consegna, oggi”.
Belladonna sorrise in attesa del seguito.

“Ero di guardia ai tuoi alloggi, però è arrivata Tessa, si è inginocchiata ed ha bevuto tutto il mio succo. Due volte, mia signora”.
“E’ per questo dunque che il tuo membro oggi è così riluttante a lasciare la posizione di riposo. Pensavo di non piacerti più, e questo sarebbe stato certamente più grave”.
“Mia signora, sei sempre bellissima. Credo che Tessa l’abbia fatto proprio per questo, per essere sicura che io non avessi più forze”.
“E allora, per punizione, non appena avremo finito andrai ad inginocchiarti davanti a lei e la servirai finché non chiederà mercé. Ma prima condurrai qui Arjo Fennersson, e adesso aiutami ad asciugarmi”.

View original post 631 altre parole

Pugnali e poteri (5)

22 Mag

Storie di Elfi e di Uomini

Belladonna si passò la lingua sulle labbra sottili diventate improvvisamente secche e con un brivido riassorbì il potere, insieme a tutto il piacere che i suoi prigionieri avevano dato e preso, arrivando al piacere a sua volta.

“Siete stati bravi”, disse con un sorriso, “vi farò portare altra zuppa, e vi lascerò riposare”. Con un cenno del capo accetto i ringraziamenti delle Elfe e dei Barbari e si avviò verso i suoi alloggi. La attendeva Rebon, un po’ scuro in volto, gli occhi pesti per la stanchezza: il giovane lancere era riuscito comunque a scaldare una vasca d’acqua e soprattutto a trovare un po’ di legna che scoppiettava allegramente nel braciere in luogo del puzzolente e fumoso fango del Nord.

View original post 548 altre parole

Pugnali e poteri (4)

15 Mag

Storie di Elfi e di Uomini

L’Elfa si rialzò con calma e si riallacciò le ampie brache: il potere si era ripreso il membro virile, per la meraviglia di Calibean, Valdariel e Lillian Fennersdottir che fecero in tempo a vedere l’inguine liscio e depilato e la succosa vagina dalle labbra spalancate, e per il rimpianto di Arjo Fennersson che non aveva smesso di agitarsi, di sobbalzare ritmicamente con i fianchi come se ancora fosse montato da un insostenibile stallone e di emettere lamenti soddisfatti.

View original post 510 altre parole