174

27 Set

Mi si chiudono gli occhi nonostante il caffè ma non abbiamo tanto tempo da perdere in pisolini, quindi mi vesto da professionista in carriera ovvero da escort visto che il tailleur è sempre lo stesso e infilo lo zainetto di Aliena nella borsa legale.Avviso Aliena che sto uscendo per cercare di risolvere il suo problema, e ne ho un grazie borbottato con voce cupa. Niente di grave, Aliena si è sdraiata sul divano e sta per addormentarsi. Per scaramanzia, prima di entrare e chiedere del direttore verso sul mio conto altri cinquecento euro col bancomat, e verifico che il saldo ha raggiunto una consistenza a quattro cifre, forse per la prima volta da quando lo ho acceso.Ho il conto qui perché qui lo avevano i miei genitori, ma da allora i dipendenti sono cambiati tutti, ed è anche cambiato il nome della banca, due o tre volte, ho perso il conto.Chiedo al cassiere di parlare con il direttore e si presenta un ragazzotto pressoché imberbe, che mi fa accomodare in un cubicolo e mi chiede cosa può fare per me.Io gli racconto la balla che mi sono preparata, e cioè che sono una vecchissima cliente, che faccio l’avvocato e che ho per le mani una pratica per la quale devo maneggiare documenti delicati e riservatissimi, tanto che non posso neanche tenerli nello studio. Mi serve quindi una cassetta di sicurezza. Contemporaneamente faccio un po’ di manfrina incrociando e disincrociando le gambe e chinandomi in avanti. Il ragazzotto ha lo sguardo fisso sul computer, poi finalmente mi guarda in faccia.“In effetti il lavoro che porta da noi, avvocato, non sembra proprio da cliente affezionata. Vedo però che fanno gruppo con lei due società immobiliari, sono sue?”E bravo il fratellone che mi aiuta anche a mia insaputa. Spiego al direttore che sono società di famiglia, al momento gestite da mio fratello: non è proprio verissimo ma è la risposta più semplice. Insomma, queste due società si sono fatte finanziare con dei mutui che stanno puntualmente ripagando, ma è da un annetto che non portano nuovo lavoro. Lancio l’amo: “Certamente potrò suggerire a mio fratello di proporle qualche nuova operazione, la prossima volta che ci sentiamo”. Il ragazzotto abbocca e mi affitta la cassetta di sicurezza, neanche mi avesse fatto un favore, è grande e carissima e di questo si scusa, ma io rispondo con bello stile che pagherà il mio cliente, che importanza ha. Nella cassetta, che è davvero enorme, infilo direttamente lo zainetto di Aliena, senza neanche aprirlo. Ci sono cose che è meglio non vedere, direi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: