303

3 Feb

donne-sottomesseMentre entravamo in scena Aliena si è tolta la giacca per esporre lo splendido seno e mi ha detto a bassa voce “Fare finta”: io ho annuito e le ho consegnato anche i segni della mia sottomissione, deve impormeli lei.
Su questi presupposti lo spettacolo è andato benissimo, da quando mi ha ordinato di togliermi lentamente il vestito a quando mi ha fatto inginocchiare per leccarle i piedi, fino alla fine, quando le ho leccato la fica attraverso i pantaloni.
Una volta le è scappata la mano col frustino e mi ha colpita piuttosto forte sul culo: il mio grido è stato più di sorpresa che di dolore, ma ha scatenato un applauso, come ha scatenato un altro applauso la mia risposta a tono: ho detto “grazie, mia Signora”, non se lo aspettavano, ne sono stati deliziati.
Alla fine mi ha preso per il collare, mi ha fatto mettere in piedi accanto a lei ed inchinare con lei per ringraziare il pubblico: non facile, i polsi legati dietro la schiena mi sbilanciavano.
Dietro il palcoscenico ci aspetta Carla che quasi salta di gioia porgendomi il tubino e le mutandine: “Venduti quaranta biglietti per ogni riffa, abbiamo fatto bingo”, ci abbraccia e ci bacia, come se non si aspettasse questo successo.
Voglio tenermela buona e divido con lei il merito: “Sei stata bravissima, ci hai vendute a peso d’oro”.
“Quando hanno sentito il prezzo qualcuno si è fermato, ma poi voi avete cominciato a lavorare e ci hanno ripensato: però non mi aspettavo che tutti ne comprassero due, per la verità”.
“Andiamo”, rispondo, “è il momento di farli contenti”.
“Non ti rivesti?”, mi chiede perplessa.
“Io sono Slave Stella, il mio vestito sono collare e manette. Anzi, Aliena, se per favore mi liberi i polsi”.
Aliena mi bacia sulle labbra, struscia i suoi seni sui miei e sgancia i bracciali senza girarmi attorno: così può dirmi che mi ama e che di questa serata non dovremo mai più parlare; io penso invece che ne parleremo, altroché, ma non è certamente questo il momento.
Aliena segue il mio esempio e non mette la giacca: ho una gran voglia di baciare ancora quei capezzoli ma me la tengo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: