349

21 Mar

tumblr_ld24r7Vlmb1qzujauo1_500_largeAliena ha riso di cuore, si è fatta gentilmente spingere fino alla toilette e lì, chiuse in uno sgabuzzino che puzzava di piscio, ci siamo baciate ed accarezzate in fretta, senza neanche aprire le giacche di pelle o sbottonare i pantaloni: siamo venute insieme, soffocando il nostro piacere l’una sulla bocca dell’altra.
E così adesso sto portando la Ural lentamente su una stradetta non asfaltata all’interno di un comprensorio di villette a schiera, alla ricerca della casa di Tiziana: sulla schiena, Aliena ha uno zainetto con le due bottiglie di champagne che hanno assistito alla nostra assurda sveltina. A casa abbiamo fatto la doccia cercando di tenere le mani a posto, ma io avevo ancora voglia ed anche lei, alla fine si è inginocchiata sotto lo scroscio dell’acqua e mi ha leccata brevemente, dandomi sollievo.
Metto un piede a terra: ho visto Tiziana, appoggiata ad un cancello, che mi saluta con il braccio, venti metri più avanti, e le lascio il tempo di aprirlo per infilarmici dentro.
In questo tiepido tramonto indossa una camicetta bianca ed una gonna jeans lunga fino a metà polpaccio: con i capelli tirati indietro da un cerchietto, senza trucco, mi sembra felicissima e straordinariamente bella. Possibile che non mi sono bastate le coccole di Aliena?
Tiziana mi fa segno di arrivare fino in fondo al vialetto, dove trovo una specie di piazzola che sembra fatta apposta per accogliere la moto: do un calcio al cavalletto laterale e scendiamo, appena in tempo per impedire alla mia allieva di inginocchiarsi qui nel giardino: la prendo fra le braccia e la bacio, poi lo fa anche Aliena, non ci siamo neanche tolte il casco e lo facciamo mentre mi si rivolge rispettando tutte le regole della sottomissione: “Questa allieva chiede perdono alla Signora se ha dimenticato di indossare il collare, lo farà non appena la Signora la congederà”.
Sono felice di vederla felice e le rispondo che stasera non ce n’è bisogno, visto che siamo in famiglia e che tutte le presenti sanno che è la mia allieva e le chiedo anche di non rivolgersi a me, almeno stasera, in questo modo: “Niente formalità in questa occasione”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: