417

28 Mag

danza6Scendiamo nel sotterraneo, passandole accanto faccio un’altra carezza a Tiziana che è disciplinatamente sdraiata a pancia in giù e raggiungo Lucia che sento piangere disperatamente. Aliena resta da una parte, in attesa, mentre la slego lentamente, senza dire una parola, e la rimetto in piedi tirandola per la catena. Mi sembra di sentirla sussurrare qualcosa come basta, faccio tutto quello che volete, e la zittisco con uno schiaffo per spiegarle che la sua mistress ha avuto pietà di lei e la sostituirà fino a domani mattina nella segreta.
“Si aspetta che tu obbedisca a me senza riserve e che sia molto grata a lei”, concludo.
Lucia sembra non aver capito cosa stia accadendo: si riscuote quando le ordino di marciare su per la scala, pungolandola non troppo gentilmente con il frustino, e di sdraiarsi faccia a terra accanto alla pompa da giardinaggio; lì la ammanetto di nuovo e la lascio ad aspettare per tornare quasi di corsa da Aliena.
La trovo accovacciata accanto a Tiziana, intenta ad accarezzarla gentilmente; Tiziana ha rialzato la testa e le sorride, lei mi sente arrivare e schizza in piedi, quasi sull’attenti, come per offrirmi il suo magnifico seno. Infatti mi chiede se voglio punirla per essersi mossa senza suo ordine: magari ne ha proprio voglia ma non ci penso neanche, e senza por altro tempo in mezzo la faccio sedere contro una parete e le lego polsi e caviglie con la stessa catena, abbastanza stretta da costringerla, se vuole muoversi, a farlo restando accovacciata.
Poi le porgo la mano da baciare e quando sento la sua lingua che dardeggia sulla pelle comincio a sciogliermi: è un corto circuito di amore e piacere che non mi sembra di aver mai provato prima, neanche con Tiziana. Aliena mi coglie impreparata chiedendomi di darle almeno uno schiaffo prima di lasciarla lì: per poter pensare di più e meglio a me, dice, e davanti a questa motivazione non posso certamente rifiutarmi. Forse mi scappa la mano, forse Aliena non accompagna il colpo piegando il capo, ma mi sembra di averla colpita fin troppo forte: mi ringrazia sussurrando appena e devo farmi forza per lasciarla lì così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: