547

5 Ott

116-bagnante bluPer mia fortuna, tutti gli altri clienti non hanno chiesto cose particolarmente complicate e alle quattro del mattino, dopo aver cavalcato un ragazzotto che si è messo comodo ed ha fatto fare tutto a me, divertendosi tantissimo, scendo nel salone e trovo Carla che dichiara chiusa la serata.
E meno male: tra Luca ed il ragazzotto, che mi ha chiesto di chiamarlo Lollo, ce ne sono stati sei, tutti sbrigati abbastanza in fretta ma non certo senza fatica: uno ha voluto farlo in piedi, dopo avermi messo faccia al muro, in precario equilibrio sulla punta dei piedi, come per una perquisizione, un altro mi ha chiesto di camminare avanti e indietro per la stanza a quattro zampe e, quando alla fine mi ha presa, ha voluto che abbaiassi; ha vinto per distacco la gara del famolo strano, però, quello che prima ha pisciato nel water, poi mi ha fatta inginocchiare lì davanti, la testa nella tazza, e infine mi ha allegramente sodomizzata.
Deborah viene immediatamente a mettersi al mio fianco, e subito dopo mi raggiungono Lina e Tina, che hanno lavorato tantissimo e sembrano davvero molto stanche; Lina parla anche per l’amica, mi ringrazia per l’opportunità e si augura di potermi rivedere presto: insomma, mi sembra una versione più sfumata delle strane frasi di Tina durante la corsa in moto. Io devo comunque fare ancora qualche cosetta, prima di riuscire a sparire dalle loro vite, e per farlo ho bisogno di parlare con loro senza testimoni.
Deborah mi dice che stasera col cavolo che ha intenzione di andare a letto con Carla e con il barista, ed io mi limito a sorridere: mi sono accorta che il bersaglio della strana coppia, adesso, è Tina, con la sua nuova pettinatura ed il suo accento marcato, e infatti Carla si avvicina sorridente e ci prega di seguirla alla cassa.
E’ il momento di fare i conti, e mi ritrovo con le mani piene di soldi, dal momento che Carla mi consegna anche i quattromila euro per l’ingaggio di Tina e Lina, dichiarando che con quello che hanno guadagnato stasera mi potrebbe addirittura pagare tutto in unica soluzione; io rifiuto, i patti sono patti, anche se sarebbe un’ottima scusa per sparire e non tornare mai più qui: così invece dovrò venire ad incassare il saldo tra un mese.
Anche stamattina Carla ci offre di restare a dormire e ovviamente accettiamo. Tina cerca un mio cenno di approvazione quando il barista la prende per mano e cerca di condurla di sopra. Ovviamente lo concedo, sperando di non avere sorprese più avanti, come con Deborah l’altra volta; Lina mi sembra perplessa e preoccupata, e le sussurro all’orecchio che a lei toccherà la prossima volta, e che adesso è meglio che faccia una doccia e se ne vada a dormire.
Vorrei farlo anch’io, e mando avanti Deborah, che tanto conosce la strada, perché è arrivata anche Andrea, in jeans e maglietta, pronta per andare a casa, che si ferma per salutarmi.
In realtà fa qualcosa di più: a voce molto bassa, approfittando della distrazione di Carla che sta facendo i conti di Chicca e, con la coda dell’occhio, si cova Tina ferma a metà della scala fra le braccia del barista.
Andrea parla in fretta, a voce bassa ma molto chiaramente: mi sta fissando un appuntamento per domani, o meglio per oggi, in un angolo del centro di Frascati. Grande passo avanti dalla prima volta che ci siamo incontrate, ma mi chiedo cosa voglia da me: non credo che abbia solo voglia di un’altra leccata di fica. Rispondo rapidamente che va bene, ci vediamo, e mi volto per salutare Catia, stanchissima ma raggiante, dal momento che anche stasera ha fatto la sua parte e, mi dice, ha addosso di che stare tranquilla per un bel po’, tutto merito mio, secondo lei.
Mi dice anche che il barista è tutto fumo e poco arrosto e mi suggerisce di portarmi a letto Lajos, per rilassarmi: lei lo ha provato e può stare alla pari, mi dice sorridendo, con il suo adorato Josè, cui ha dovuto per forza di cose rinunciare.
Interessante, rispondo, ma stasera sono stanca e mi limiterò a dormire. Anche perché prima di andare via dovrò assolutamente passare una decina di minuti da sola con Lina e Tina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: