577

4 Nov

7_gNon siamo rimaste a dormire: Tiziana è stata educatamente fermissima con Carla, che evidentemente ci aveva fatto un pensierino per un terzetto con il barista, e mi ha quasi caricata di peso in macchina; per restare sveglia faccio a voce alta un bilancio della serata, che è stato fallimentare.
Non per gli incassi, per carità, visto che ho addosso quasi tremila euro, ma per quello che mi ero ripromessa di fare: vediamo, non sono riuscita a strappare a Lina e Tina qualche chiarimento delle loro precedenti e criptiche dichiarazioni, ho dimostrato a quella vecchia volpe di Carla che millanto la conoscenza di informazioni riservate e per concludere in bellezza mi sono impegnata, per un bel po’ di tempo, a lavorare un paio di giorni al mese per gente che in caso di inadempimento certamente non mi farà causa ma che è nota per andare molto per le spicce. Non solo, il mio lavoro sarà farmi maltrattare, prima sul palcoscenico (e non ho idea a chi affideranno il compito), poi dai clienti.
Per fortuna sono riuscita a tenere fuori da questa storia Aliena, Tiziana e anche Deborah. Tiziana guida nella notte con calma, e con calma cerca di convincermi a coinvolgerla, ma non ho intenzione di darle retta: l’unica cosa che mi viene in mente è fare le valige e sparire per un bel po’: ho un’amica a Berlino che mi ha già invitata a trasferirmi lì e ricominciare daccapo, approfittando degli ultimi fuochi della crescita economica tedesca, ma tengo questa possibilità come ultima ancora di salvezza, visto che ho fin troppi impegni qui.
E il primo che mi viene in mente è con Andrea: abbiamo preso, alla scappa e fuggi, un mezzo appuntamento dopo averla accompagnata a casa, per fortuna con Tiziana si sono subito trovate simpatiche.
Devo scuotermi, quindi prego Tiziana di riportarmi a casa mia, la latitanza per il momento è finita.
Poi avevo anche un altro impegno, vedere Elena; ho proposto a Tiziana di venire con me ma lei ha declinato: più che amiche sono conoscenti e colleghe e mi pare che non le sia particolarmente simpatica, quindi non insisto e dopo una bella dormita ed una lunga doccia per togliermi di dosso anche l’odore della paura che ho provato e che ancora provo la chiamo.
Non è al lavoro, dice che per un po’ lo studio resta chiuso visto che il pochissimo movimento che c’è non giustifica le spese di pulizia e di luce e gas e che se la cercano possono portarla in albergo o a casa loro.
Dice anche che Cristina è stata d’accordo con questa scelta e hanno approfittato delle circostanze per ricostruire il loro rapporto. Poi abbassa la voce e mi racconta, in fretta, che sta cercando un modo di lasciare Cristina a Roma per andare in vacanza con il suo quasi fidanzato che, per la prima volta da anni, le ha proposto una settimana al mare. Mi sembra terribilmente contraddittorio, ma non posso certamente dirglielo: cosa posso dire, invece? Che ci sono qui io, quindi Cristina viene a stare da me e magari lavoriamo assieme, non si deve preoccupare.
E certo, andiamo fuori a cena assieme, stasera, sono mie ospiti, e lì ne parliamo ci mettiamo d’accordo: le suggerisco di tacere alla ragazza questa parte della nostra chiacchierata e prima di chiudere faccio in tempo a chiederle come vanno i lavori nel palazzo.
Lei casca dalle nuvole e quando le ricordo che mi parlava delle impalcature mi spiega che si riferiva a quelle che coprono la facciata del palazzo accanto al suo. Meglio così, avrò capito male.
“Cristina si è svegliata, te la passo?”, mi chiede alla fine Elena.
“No”, rispondo, “vado un po’ di fretta, salutamela tu, e ci vediamo stasera”.
Guarda caso, penso mentre butto il telefonino sul letto, anche stavolta mi sembra che Elena lasci qualcosa di inespresso, ogni volta che parliamo: non ha importanza, se mi dà le chiavi dello studio oltre a Cristina ci porto Andrea e accada quel che deve accadere, concludo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: