627

24 Dic

Edvard_Munch_-_Weeping_Nude_-_Google_Art_ProjectMe lo spiega dopo, mentre si prende cura di me come di una bambina, mettendomi nella vasca, facendomi il bagno e lavandomi delicatamente i capelli.
“Mi è piaciuto terribilmente”, dice, “averti lì nelle mie mani. Ora capisco quel collega e la sua soddisfazione mentre ricordava. Ti devo tantissimo, molto più di quello che ti ho pagato, mi hai fatto scoprire la mia metà oscura”.
Provo a dirle che stavamo facendo un gioco e non deve prenderla così, ma lei scuote la testa e continua: “Mi sento sporca, adesso, non per il gioco ma per quello che significa”.
Capisco che ha voluto farlo per mettersi alla prova ed il risultato non le è piaciuto, e adesso sta a me consolarla, quindi le suggerisco di spogliarsi e di raggiungermi nella vasca.
Lei accetta ed io mi sposto delicatamente per sederle in grembo.
“Adesso facciamo un altro gioco”, dico, “coccolami, sono la tua ragazza e facciamo il bagno insieme”.
“Davvero vuoi? Vorresti farti accarezzare e baciare come una innamorata”?
“Davvero. Giochiamo, ti prego”.
Miracolosamente funziona, i baci e le carezze prima duri e legnosi diventano sempre più gentili ed affettuosi e sento anche che tutti i muscoli di Paola, che sono tanti e ben allenati, si distendono. Mi rilasso anch’io nell’acqua che si sta intiepidendo, i capelli bagnati attaccati alla fronte ed alle guance, le labbra di Paola sulla mia nuca, le sue dita che giocano con il ciuffetto che mi orna il pube.
“Ti piace, amore?”, mi chiede all’orecchio.
“Si, ti prego, continua”.
Delicatamente mi infila due dita dentro, con l’altra mano cerca il mio seno: quando vuole sa essere un’amante dolce e premurosa, quindi, ed il mio corpo comincia a reagire. Non mi controllo, voglio regalarle il mio orgasmo, e deve essere vero. Mi muovo leggermente per venire incontro alle sue dita, lei se ne accorge e accelera, con un movimento circolare che non avevo mai provato prima, io dico: “Sì, sì, non fermarti” ed in un istante finisce tutto, mi abbandono su di lei che mi sostiene col suo petto per non lasciarmi scivolare nell’acqua.

Annunci

Una Risposta to “627”

  1. meo..... laura dicembre 24, 2013 a 5:44 pm #

    sempre emozione pura……..
    buone feste……..dal cuore…..

    marcello

    Risposta:
    Grazie, anche a voi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: