758

4 Mag

2001_32_2_web_MGZOOMBorsa di ghiaccio, linimento e grappa o almeno qualcosa che ci assomiglia, in quest’ordine, per riprendermi, e Maeva mi spiega perché non ci si poteva mettere d’accordo con Aidai: questi cretini che adesso stanno pregustando lo spettacolo di Tiziana che riempirà di frustate Heidi hanno anche scommesso, e Franz ci tiene che sia tutto regolare.
Non ho voglia di sapere a quanto ero data vincente, grazie; mi chiedo se stasera, malconcia come sono, troverò qualche cliente, e se riuscirò a fare decentemente il mio lavoro.
E’ Franz in persona che viene a farmi i complimenti, mi fa indossare un accappatoio di due misure troppo piccolo che ovviamente non nasconde nulla delle mie grazie un po’ peste e mi porta di nuovo sul palcoscenico a prendermi un applauso; poi fa un qualche segno e improvvisamente mi trovo accanto un cliente che sembra la caricatura del prussiano, con la collottola larga quasi come le spalle, il cranio pelato ed il pancione.


Però parla un inglese sorprendentemente buono, e spiega a chi lo vuol sentire che ha vinto cinquemila euro scommettendo su di me e che ha una gran voglia di spenderli, vuole festeggiare e mi vuole scopare per tutta la notte: accidenti che riconoscenza.
Io preferirei avere una mezz’oretta di intervallo per stringere la mano di Aidai ma non se ne parla, il prussianone ha anche una gran fretta e così faccio il mio dovere, lo abbraccio con una certa fatica data la sua circonferenza, gli chiedo se non può attendere che faccia una doccia e mi sento rispondere che gli piace l’odore del sudore, andiamo.
Per fortuna nonostante la stazza si dimostra abbastanza gentile, non vuole mettersi sopra e si profonde in scuse quando si accorge che, prendendomi a pecorina, mi fa sentire dolore ai fianchi e soprattutto alle spalle,cazzo dritto, preservativo nero,  lì dove i miei modesti muscoli sono stati duramente provati dal combattimento; si scusa ma non si ferma, naturalmente, e stantuffa e spinge a lungo, brontolando in tedesco qualcosa che subito dopo traduce e insomma, dice che non si aspettava una italiana così coraggiosa, il nonno gli raccontava che in Africa gli italiani non avevano voglia di combattere e tutto il lavoro dovevano farlo i tedeschi.
Fare una marchetta e tenere una discussione di storia militare in inglese non sono certamente le cose più facili del mondo, non rispondo e aspetto che concluda, ma lui si ferma e mi chiede di aspettare un po’, vuole continuare a chiacchierare ed in effetti, se si riesce a non ridere guardando il proprio interlocutore nudo, panciuto e con il cazzo dritto fasciato da un preservativo nero (accidenti che gusti ha Franz in queste cose, ma forse sono quelli che costano di meno), la conversazione è interessante; anche perché non parliamo di sesso ma di lavoro in genere.
Sempre sesso è: questo cliente, diciamo che si chiama Karl, produce film porno ma non in Ungheria, che è stata a lungo la mecca degli italiani, bensì in Serbia; lì trova salari ancora più bassi, spese generali minime, donne molto belle e zero limiti a quello che può fare.
“Volessi girare uno snuff movie me lo lascerebbero fare”, dice tutto fiero, aggiungendo che comunque non ci pensa neanche, lui ha l’animo di un artista, è cresciuto leggendo e rileggendo Goethe.
Si sta ammosciando e mi invita a darmi da fare, e intanto continua a parlare: siamo arrivati all’offerta di lavoro che mi aspettavo. Ha per le mani un soggetto che sembra fatto apposta per me, una specie di vendicatrice straniera che arriva in città e, tra una scopata e l’altra, ammazza una decina di persone che, alla fine, si scopre hanno violentato e ucciso la sorella all’epoca della guerra civile jugoslava.
Con la bocca piena non posso rispondere, ma Karl si eccita tanto parlando che in un attimo viene con un grugnito ed un sobbalzo, e si lascia cadere all’indietro con il fiatone: dovrebbe davvero dimagrire e magari fare un po’ di moto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: