771

17 Mag

jeff-srsic-ringling-6Bene, quelle strane cose fritte che affollano il mio piatto non ho il coraggio di toccarle, ma il vino è un bianco profumatissimo e gradevole, quindi la serata non sembra del tutto rovinata.
Dopo un paio di bicchieri riesco a non sobbalzare quando la mia commensale, dopo un commento sulla difficoltà di trovare scarpe decenti e non indecentemente care, senza cambiare tono di voce mi confessa che a lei piace moltissimo legare e frustare gli uomini e la cosa le crea non pochi problemi.

 


E così da agente segreto eccomi trasformata in redattrice della posta del cuore.
Dunque, Mirella non è in condizioni da poter sbandierare questa sua preferenza sessuale ai quattro venti, quindi deve mettere molta cura nel frequentare i club specializzati, dove si entra solo se si viene presentati, a rischio magari di trovare nudo e legato ad una croce di Sant’Andrea un capo di Gabinetto del ministero ed anche eventuali ricerche su internet con visite a chat dedicate devono essere circondate dalla massima cautela. Per ovvi motivi, deve anche evitare eventuali mercenari, che d’altronde sono pochissimi, mi dice sconfortata.
Nonostante questo, si era trovato un uomo gentilissimo che era più che disponibile a giocare con lei ma pare che l’ultima volta che sono stati assieme le sia scappata un po’ la mano e adesso è rimasta sola.
Insomma, nonostante la sua evidente intelligenza, Mirella pensa che una professionista possa dire la sua e risolvere ogni problema che possa presentarsi in materia di sesso: in genere non è vero, ma in questo caso sì, ho sempre per la mani il numero di telefono di Luca, il gentile sub nipote di Master Marco, potrei organizzare un incontro, perché no, magari in campo neutro, mettendo a disposizione per una cena in piedi lo studio di Tiziana, così se si piacciono possono subito consumare.
Lo spiego a Mirella, che intanto ha trovato il coraggio di svuotare i due piatti che ha davanti e sta cominciando a piluccare dai miei, immagino per ingannare un certo nervosismo.
Se vogliamo farlo, concludo, dobbiamo farlo bene, lui non deve pensare che Mirella sia una prodomme e tutti e due devono rendersi bene conto che non sono obbligati a consumare.
“E tu?”, mi chiede lei a bocca piena.
Io in che senso? Non ci guadagno niente e certamente non intendo partecipare, lei non ha bisogno di aiuto, io non ho bisogno di fare un po’ di sesso occasionale con un cliente e, in ogni caso, il mio intervento potrebbe solo confondere le acque, dal momento che sono ben nota e certificata come una professionista. Al massimo potrei invitare un’amica per non fare da terza incomoda, le rispondo, e poi ogni coppia per sé e dio per tutti.
“Lo so che sei bi”, borbotta Mirella, poi ci pensa un attimo e mi fa: “Io non sono mai stata con una donna, ci crederesti?”
Non è obbligatorio avere un’esperienza omosessuale, quindi ci credo; e mi chiedo dove voglia andare a parare, tipo mi ha preso in considerazione per un esperimento.
In realtà no, Mirella si dichiara solidamente etero, ma mi chiede, se davvero la serata andrà in porto, di metterle a disposizione anche la mia amica: è una cosa che non posso prometterle, anche perché al momento non saprei neanche chi invitare, le rispondo che dovrà convincerla lei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: