787

2 Giu

priapeiaMi sono addormentata in poltrona, il computer sulle ginocchia, le cuffiette nelle orecchie che, finché sono rimasta sveglia, non hanno soffocato che solo in parte il concerto di lamenti, gemiti e grugniti dei miei ospiti che si divertivano due porte più in là. Mi ha svegliata con un bacio Manuela, che si è presentata trionfalmente nuda e si è messa a mia disposizione, un po’ come faceva Aliena, per le abluzioni mattutine e non solo, dal momento che esibiva una erezione di tutto rispetto. Non me la sono sentita di approfittarne: la ho incitata a fare da sola mentre ero sotto la doccia e lei mi ha dedicato uno spruzzo bianco ed un lamento che mi hanno commossa.
In cucina si affaccenda Maria Carla, anche lei senza niente addosso: con le mie modeste provviste sembra essere in grado di preparare un brunch per dieci persone, con uova strapazzate, pancetta e addirittura biscotti appena sfornati, a giudicare dai profumi che si fondono ed invadono casa. Il tutto sotto gli occhi più che ammirati innamorati del fratellone, vestito di tutto punto e pronto per recarsi al lavoro. Insomma, una versione semiporno della famigliola Mulino Bianco.

 

Mio fratello mi dedica uno sguardo affettuoso: io non posso certamente competere, seminascosta come sono dall’enorme accappatoio di papà, che a suo tempo mi rifiutai di cedergli, e mi accomodo modestamente in un angolo, strategicamente ad un niente da una borbottante caffettiera. Lui manda giù una bocconata di qualcosa, dà una pacca sul culo di Manuela, un bacio a Maria Carla e sparisce promettendomi di farsi sentire.
E ora che siamo rimaste fra noi ragazze, è il momento di aprire la bocca non solo per mangiare; mi sembra ovvio che questa nottata, che deve essere andata benissimo, sia stata un po’ l’esame di ammissione di Maria Carla, che in effetti non facevo così disinvolta; lei è troppo intelligente per non essersene accorta, e la prima cosa che dice è che Manuela è stata bravissima, gentilissima e molto collaborativa e la ha subito messa a suo agio.
“E tu sei stata bravissima, mi hai fatto un pompino meraviglioso”, ricambia Manuela, e Maria Carla quasi arrossisce, se non lo vedessi non ci crederei.
Tra una battuta e l’altra, ricostruisco che si sono veramente divertite, e che il fratellone si è comportato da gran signore, senza negarsi e negare nulla alle sue partner, e che il momento clou, ormai quasi all’alba, è stato quando Maria Carla si è messa comoda ed ha accolto mio fratello ben dentro, con Manuela che lo prendeva da dietro e lo spingeva sempre più a fondo.
“Sai”, dice anche Manuela, “non mi sono accorta delle differenza tra la bocca di tuo fratello e quella di Maria Carla: mi chiedo dove abbia imparato a fare pompini così bene”.
No, non mi ha mai chiesto di tenergli un corso accelerato tipo blowjob for dummies, sto quasi per dirlo e poi mi viene da ridere, anche perché Maria Carla mi chiede ancora se la prossima volta ci sarò anche io, su quel letto: no, grazie, ribadisco, incesto no, e come io non ho mai visto nudo lui, credo che mio fratello non mi abbia mai vista nuda se escludiamo le volte che mamma mi cambiava i pannolini sul fasciatoio.
Invece avrei proprio voglia di lei, di Manuela e, perché no, di quel Leo che, per paura di Simonetta, non mi chiese neanche il telefono dopo una scopata molto soddisfacente; lasciamo perdere, chissà che fine ha fatto, molto probabilmente non lo incontrerò mai più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: