834

19 Lug

valentina4Lombroso aveva torto marcio.
Cristian ha una gran testa di capelli biondi e lisci, occhi chiari, un bel sorriso, ed un corpo interessante: non è tanto alto, con gli stiletti da quindici centimetri lo sovrasto addirittura, ma molto proporzionato, con le spalle larghe ed una leggerissima pancetta ben nascosta da uno smoking di ottimo taglio. Insomma, a tutto assomiglia tranne che ad un magnaccia che sfrutta e fa sparire chissà come le minorenni.
Ci consegna le buste ed un tesserino magnetico, dicendoci gentilmente che avremo certamente bisogno di rinfrescarci e che, visto che siamo arrivate un po’ in anticipo, possiamo farlo con calma.
Non ci ha detto che siamo belle, non ha fatto nessun commento meno che corretto, e insomma da questo punto di vista Lilli sembra abbastanza rassicurata ed io mi guardo bene dal parlarle dell’affascinante Entel: meglio non crearle ulteriori preoccupazioni.
In un angolo del salone, con un calice in mano ed il sorriso falso stampato sulle labbra, ho visto anche il fratellone: mi è sembrato mi abbia strizzato l’occhio, poi si volta e vedo che alle sue spalle c’è Maria Carla pallidissima e molto elegante, il pancino non si vede quasi.

 


Lilli mi richiama all’ordine: si è accorta che Cristian ha gli occhi fissi su di noi e che dobbiamo comportarci normalmente, o almeno come si comportano due professioniste.
La camera, anzi la suite, è di gran lusso e le nostre sacche con gli strumenti del mestiere ed il cambio per domani mattina stonano, abbandonate in un angolo. L’enorme letto circondato da specchi sulle pareti e sul soffitto è affiancato da due comodini imbottiti, a prova di acrobazie, ed infilo nei cassetti tutto quello che potrà servirci; Lilli apre un armadio che si dimostra in realtà un frigobar enorme e fornitissimo, lo richiude, trova l’anta giusta e le borse spariscono.
Esploriamo il bagno, con doccia e vasca idromassaggio: niente cafonate come rubinetti dorati, per fortuna, e per fortuna sulla mensola sotto lo specchio c’è un affascinante spiegamento di flaconi e flaconcini, con sapone liquido, shampoo e anche detergente intimo, oltre a saponette profumatissime.
Per il momento ci accontentiamo di acqua tiepida per una rapida abluzione, una dopo l’altra: colgo l’occasione per dare un’occhiata e sì, Lilli ha conservato un elegantissimo triangolino color oro. Lei se ne accorge, figuriamoci, e mi strizza l’occhio prima di dirmi in tono fintamente burbero: “Non so se mi posso fidare a farmela leccare da te: sei sana?”, e scoppia di nuovo a ridere.
Sembra più tranquilla e conscia dei suo mezzi: la serata può iniziare, prima è meglio è, la prendo per mano e la tiro su di peso, mi finisce tra le braccia e mi bacia sulle labbra.
“Non lo racconteremo mai, ma sarà un bel segreto: se mi fai bene l’amore posso venire?”, mi chiede facendomi sentire il suo respiro profumato.
Un vero orgasmo vale più di settecento euro, Lilli è proprio una dilettante: mi limito a risponderle che ci dobbiamo mettere d’accordo con Cristian.
“Allora devi venire a letto con me in un’altra occasione, e poi lo racconterò a Paolo e mi farò violentare sul tavolo di cucina, è un gioco che facciamo spesso, io mi invento delle avventure e lui mi punisce, mi piace tantissimo. Anzi, dobbiamo farlo in tre, ti andrebbe?”, mi chiede staccandosi appena e lisciandosi il vestito sul seno.
“Solo se Paolo sta in un angolo e ci lascia divertire”. E’ la prima cosa che mi viene in mente e per fortuna è quella giusta. Fin troppo allegra, Lilli mi precede, esce dalla suite e punta dritta su Cristian.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: