838

23 Lug

Francesca-Woodman-Book-9-980x1600Ora, io a questo punto avrei voluto fermarmi, anche perché qualche frase buttata lì nel languore degli orgasmi non fa certamente contratto, ma ho sempre più bisogno di protezione; infatti l’anno nuovo porta una pessima notizia: Lele ci ha fatto tutti fessi, ha raccontato un sacco di balle e un bel giorno, dalla sera alla mattina è sparito dalla località protetta nella quale era in teoria, ma molto in teoria, guardato a vista.
Magari in questo momento ha altro per la testa, ma io mi aspetto da un momento all’altro di trovarmelo sulla porta di casa, sempre più incazzato e vendicativo.
E allora, quando arriva la telefonata di Cristian indosso il tailleur rosso comprato a Berlino, contrariamente alle mie abitudini mi trucco in maniera eccessiva e salgo sulla macchina condotta da Paola.
Stavolta siamo quasi in missione ufficiale, quindi è un’auto senza contrassegni ma con il lampeggiante blu appoggiato sul tappetino ai miei piedi, e Paola guida con più calma, trovando il tempo di raccontarmi che Mirella ha messo una squadretta del Ministero al lavoro sui tabulati delle linee aeree che volano in Arabia Saudita e, per far buon peso, negli altri Paesi del Golfo, ma che sarà una cosa lunga.
Al contrario è piuttosto breve, anche grazie all’ora insolita dell’appuntamento, le tre del pomeriggio, il viaggio fino ad una stradetta dei Parioli, di quelle che si inerpicano facendo un sacco di curve alle spalle dei viali più frequentati e sono fiancheggiate da palazzine eleganti e discrete.

 


Io sono perplessa: non può essere sufficiente essermelo scopato bene, Cristian sembra un professionista e non capisco come faccia a fidarsi della prima puttana che incontra; Paola mi tranquillizza, e mi dice che negli ultimi giorni il telefono del bersaglio, lo chiama proprio così, è stato più attivo del solito e si è messo in contatto con due mie vecchie amiche, Simonetta e Carla.
“Deve aver preso informazioni su di te, per questo non ti ha chiamata subito. Non ti preoccupare, siamo delle professioniste”, conclude.
In effetti siamo arrivate in anticipo e Paola ha fatto due o tre ampi giri della zona, ha verificato che non ci sono movimenti sospetti ed infine si è affiancata ad una polverosa Smart nera con parecchi anni sul groppone, a giudicare dalla targa e da un bel po’ di graffi sulla carrozzeria.
L’auto sembra essere ferma lì da giorni, parcheggiata un po’ alla come viene. ma c’è qualcuno dentro: vedo una testa bionda, poi lo sportello si apre e scende Lilli, sorridente ma sul chi vive.
“Sali, fai un giro e parcheggia duecento metri più avanti, poi vai direttamente all’appuntamento; e se ci sono problemi non hai che da spegnere il telefono: noi ce ne accorgeremo e verremo a tirarti fuori dai guai”.
Quali guai? Da una parte sono contentissima che Paola abbia preso molto sul serio la cosa, dall’altra mi preoccupo ancora di più: nel tempo di fare il giro del palazzo e di parcheggiare riesco ad immaginarmi aggredita, violentata, narcotizzata, caricata sul primo volo per Abu Dhabi e venduta ad un qualche capo beduino come dodicesima concubina per quindici cammelli, e cosa possa farsene Cristian di quindici cammelli solo dio lo sa.
Sulla tastiera del citofono compongo il codice con le dita che mi tremano un po’, e riesco a calmarmi salendo a piedi un piano di scale che ne vale tre: casa d’epoca, soffitti alti, e un solo appartamento per pianerottolo, non posso sbagliare.
Come mi avvicino alla porta questa si apre e appare Cristian, elegante in completo antracite da manager, cordiale come quando ci siamo conosciuti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: