844

29 Lug

immagine-029Prima di ritirarsi in camera per scoparsi Tatiana Cristian ha fatto anche il conto degli incassi, ha corrugato la fronte perché secondo lui mancavano cento euro, mi ha chiesto se era andato tutto bene, mi ha consegnato un po’ di soldi senza nemmeno attendere la risposta e mi ha messa quasi fisicamente alla porta dandomi appuntamento per domani, qui, e puntuale, per favore, devo esserci prima delle ragazze; non si fida abbastanza da darmi le chiavi, insomma, mi farà entrare e poi sparirà.
Pensando ancora una volta che nessuna professionista degna di questo nome accetterebbe un lavoro di questo tipo faccio per salire nella macchinetta e trattengo un grido perché il sedile del conducente è già occupato: per fortuna è Paola, che si stiracchia, mi fa segno di salire accanto a lei e intanto mette in moto.
“Ho rimandato Lilli al commissariato per controllare che a nessuno venisse in mente di fare una specie di irruzione, hai visto mai. Ti riporto a casa, ho avvisato Sara che ci vediamo da te con Cristina: sai, ho preso in prestito la sua macchina”.
C’è un bel po’ di traffico, tanto per cambiare, ed ho tutto il tempo di raccontare per filo e per segno il mio pomeriggio, tenendo per me le mie ipotesi: in queste circostanze contano i soli fatti.
Paola mi ascolta in silenzio, ogni tanto mi chiede di ripetere una frase che forse ritiene importante e sembra mandare tutto a memoria.

 


“Ovviamente”, conclude, “domani ci tornerai, e cercherai di guardare in faccia qualche cliente, poi mi farai la descrizione”.
E lei ha fatto lo stesso per tutto il pomeriggio, le chiedo cercando una sigaretta nella borsetta.
“Il posto è stato scelto con cura”, mi risponde, “niente ingresso indipendente ma un gran va e vieni, ci sono molti uffici qui, ho controllato”.
Ma insomma, di Cristian sappiamo anche quanti peli ha sul culo, non può arrestarlo e lavorarselo un po’ per fargli raccontare che fine hanno fatto quelle ragazze?
“Tu hai visto troppi polizieschi americani, qui da noi non si può fare, e dovresti saperlo, che avvocato sei?”, quasi ride Paola. Un avvocato, vorrei rispondere, che adesso fa marchette, ma non faccio in tempo.
E lei riprende: “Secondo me te lo dovresti scopare con calma, senza pensare ai soldi, ed a quel punto farlo parlare”.
Anche Paola ha visto troppi film, cosa le fa pensare che dopo una scopata si sbottonerebbe di più? Meno cose mi dice, meno posso tirarlo in ballo, e viste le ragazze che ha per le mani non mi sento in grado di competere.
“Davvero sono così troie?”, si sorprende per una volta Paola.
Difficile da spiegare: per prima cosa hanno la metà dei miei anni, poi sono davvero molto belle, ciascuna a modo suo, e cosa sappiano fare a letto non lo so ma posso immaginare che Cristian sia stato bravo ed abbia insegnato loro ad apprezzare un bel po’ il sesso ed a praticarlo con entusiasmo, o almeno a simulare molto bene, se è vero quello che mi ha raccontato Milena.
“Quale delle tre sarebbe credibile come tua figlia?”, chiede ancora Paola districandoci dall’ultimo semaforo della Colombo a rischio di finire sotto un camper gigantesco.
Bella domanda. Esclusa Tatiana, d’istinto direi Ilary ma ripensandoci meglio voto per Milena, per i suoi colori tizianeschi ci si può inventare un nonno rosso malpelo ma i suoi lineamenti sono in qualche modo più simili ai miei.
“Vedremo cosa si potrà fare”, conclude misteriosamente Paola parcheggiando in un fazzoletto proprio sotto casa mia. “Ci inviti, stasera? Solo a mangiare, non aver paura, non credo che scateneremo un’altra orgia.”
Come potrei rifiutare? E per quel che riguarda l’orgia, penso improvvisamente a Tatiana che si accarezza per il piacere di Cristian e suo e scopro che ho voglia di fare sesso: vedremo come andrà a finire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: