864

18 Ago

imagesCACEQ0ISE’ bastato che riconoscessi la mia inferiorità: si è immediatamente fermato, ha recuperato il suo manganello ed è esploso in una risata soddisfatta mentre io cercavo di conservare la posizione nonostante le fitte che mi facevano venire voglia di rotolarmi per terra urlando.
Mi ha fatto quasi una carezza sul culo e se ne è andato dicendo che ero stata bravissima e che mi avrebbe consigliata a tutti gli altri amici, e che alla fine della nottata mi sarei ritrovata molto più ricca. Io mi sarei accontentata, a dir la verità, di un po’ d’acqua per lavarmi e che avesse lasciato aperta la porta della cella, ma questo non si è avverato. In compenso ho potuto togliermi di dosso il secchio e mi sono concentrata sul mio corpo, lì al buio, per controllare di non aver subito troppi danni e dominare il dolore.
La situazione generale si è rivelata accettabile, a patto che i successivi clienti si fossero accontentati di bocca e fica, ma su questo non potevo far conto, come non potevo certamente sperare che usassero il preservativo o che almeno fossero così cortesi da tirarsi indietro al momento giusto. Poi c’era il problema dell’ambiente circostante; il napoletano a quanto pareva aveva fatto più in fretta dei suoi amici e dal corridoio arrivavano nella mia cella rumori che non deponevano certo a favore della gentilezza degli altri partecipanti alla festa: schiocchi di frusta si mescolavano a più cupi tonfi prodotti da qualche bastonata, col sottofondo di lamenti, gemiti e implorazioni. Alla paura per quello che poteva capitarmi ancora si aggiungeva così la preoccupazione per la sorte delle mie ragazze.

 


Così il secondo uomo mi ha quasi colta di sorpresa ed ho fatto appena in tempo ad assumere la posizione sullo scatto della serratura, muovendomi in fretta e risvegliando il dolore al culo che per qualche minuto aveva sonnecchiato sornione. Questo qui non me lo ricordavo, nel caos del salone, alto quanto me, con una mascherina che sembrava scura nella poca luce della cella, un sottile frustino in pugno.
Per fortuna non sembrava intenzionato ad usarlo.
“Ho sentito un gran bene di te”, ha detto, “e in effetti una di quelle ragazzine non mi è sembrata niente di eccezionale, quindi fammi vedere cosa sai fare”.
Dopo questa gran bella dichiarazione, pronunciata con uno stranissimo accento che non ho riconosciuto, si è liberato del mantello con un gesto teatrale mostrando la calzamaglia nera ben riempita al cavallo e si è accomodato sul materasso. Bene, questo è un tipo che posso gestire, mi sono detta, e mi sono dedicata ad un uccello che, in quel buio, mi è sembrato molto grande e ben fatto, perfettamente cilindrico anche in posizione di riposo.
Già prendendolo in mano l’ho sentito un po’ appiccicoso, avvicinandomi mi sono subito accorta che era sporco di una precedente eiaculazione ed ho avuto un istintivo gesto di repulsione, che per fortuna lui ha frainteso.
“Non aver paura, questo qui”, ed ha toccato il frustino, “me l’hanno dato per fare scena ma non ho intenzione di usarlo, non saprei da che parte cominciare”.
Approfittando della sua disponibilità ho preso la mia camicetta nera, abbandonata sul pavimento, e l’ho in qualche modo ripulito, facendolo sobbalzare.
Non ha detto niente, ed è rimasto zitto per tutto il tempo in cui mi sono dedicata al suo cazzo, prima con la bocca, poi con i seni, infine con la fica. E’ stato anche fermo, comodamente disteso sulla schiena, la calzamaglia abbassata a metà coscia, le mani sotto la nuca. Solo alla fine mi ha fermata mentre roteavo il bacino su di lui, si è alzato in ginocchio e mi è venuto nel solco tra i seni: poteva andarmi peggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: