925

18 Ott

Exif_JPEG_PICTUREOvviamente no, non si arrivò a quel punto, ma davvero credo che per un boccone di pane ed un po’ d’acqua, saremmo state pronte forse ad uccidere no, ma a ferire gravemente sì, quando dopo una lunga attesa ricomparve Pierluigi che slegò Arja e la portò via.

 


Noi restammo ancora zitte per un po’, poi Ilary trovò il coraggio di parlare: “E adesso cosa le fanno?”, chiese, rivolta a me ma anche a Milena e Fabrizia. E fu proprio Fabrizia, con mia grande sorpresa, a rispondere, muovendo appena le labbra: “La scoperanno in maniera sgradevole ed umiliante, niente di peggio di quello che ci hanno già fatto”. Poi, rivolta a me: “Scusami, ti ho pisciato addosso, ma non ce la facevo più, adesso mi fanno male da morire le spalle, ho fame e di nuovo sete, non vedo l’ora che mi portino via per scoparmi purché mi diano qualcosa da bere e da mangiare”. Fece una pausa. “Mi hanno lasciata così perché sono nera”?
Naturalmente no: era ancora ammanettata perché non era stata abbattuta ma si era arresa, le risposi, e lei mi chiese come facessi a saperlo.
“Perché non hai segni di vernice addosso, il pelato non ti ha sparato”.
“Ho avuto paura. Ero nascosta dentro una catapecchia e l’ho visto arrivare, con il fucile puntato, sono uscita con le mani in alto”.
“Hai fatto bene”, si fece sentire Milena, “non so cosa sia ma è doloroso. Io sono caduta sul culo, dopo essere stata colpita, e quel bastardo mi ha sparato ancora mentre si avvicinava, altro che cento metri, ho avuto paura che mi avesse rotto una costola”.
“Ma tu prima eri ammanettata e adesso no”, provò a insistere Fabrizia.
“Diciamo che io avevo violato una regola e me lo ero meritato, non ti pare?”, provai a scherzare.
“Quale regola?”, si fece sentire di nuovo Ilary.
“Quella che ci voleva catturate, senza scampo e senza alternative”.
“Ho sete”, tagliò corto Fabrizia, “pensate che potrò chiedere dell’acqua, quando riporteranno Arja qui?”
Aveva paura di essere nuovamente bastonata.
“La chiederò io, per tutte, e adesso facciamo di nuovo silenzio, tanto non abbiamo molto da raccontarci”, conclusi; non volevo sapere come era stata catturata Ilary, sarebbe stata una storia simile a quella di Milena e in fondo non aveva importanza.
“Freddo, sento freddo”: la voce di Ilary era bassissima ma per un qualche scherzo dell’acustica la sentivo benissimo, come se lei fosse stata seduta accanto a me. Cosa potevo dirle?
“Anch’io”, risposi, “fai come me”, e muovendomi per quel po’ che potevo portai le ginocchia al petto e le abbracciai più strette che potevo.
“Quando mi verranno a prendere almeno starò al caldo”, concluse Ilary cercando di imitarmi: come potevo darle torto?
Restammo in silenzio, e accanto a me Fabrizia in silenzio cominciò a piangere: la sentivo appena, contro la mia spalla, e improvvisamente mi venne voglia di fare sesso con lei, lì, subito, e non per aiutarla a sopportare ma per godere anche del suo dolore e della sua paura: la volevo così come era, legata e incatenata, e se avesse detto no sarebbe stato ancora più bello, le avrei dato un paio di schiaffoni e la avrei ridotta a più miti consigli.
E davvero mi sembrò di saltarle addosso, di sentire la sua pelle contro la mia, di sentire addirittura il tonfo degli schiaffi e le sue grida di dolore, e poi sentii la voce di Milena: “Stella, svegliati, arrivano”.
Scossi la testa e sentii dolore al collo, dove il collare mi teneva incatenata alla parete, e alla schiena, dove il pelato mi aveva colpita e lasciato il segno della sua vittoria su di me.
Possibile che mi fossi addormentata, e soprattutto addormentata su pensieri di stupro?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: