942

4 Nov

rojan4Dal momento in cui scesi dal letto Pierluigi ricominciò a chiamarmi signorina, e non ci fu modo di impedirglielo.
Prima sparì discretamente per lasciarmi usare il suo bagno, poi ricomparve per porgermi una delle sue camicie bianche.
“I suoi abiti, signorina, sono in lavanderia, saranno pronti tra un’ora”.
Poi, per scale e corridoi, mi accompagnò, lui che si era di nuovo rivestito con il completo nero da perfetto mastro di casa, in una piccola cucina. Insomma, piccola per il palazzo, perché sembrava una sala da ballo.

 


“Questa è la cucina del personale. Mi perdonerà, ma quella dei signori e quella degli ospiti sono chiuse, non abbiamo fatto venire tutti i dipendenti, in questi giorni”.
Mi servì caffè, succo di frutta, pane caldo di forno, burro e marmellata e dovetti insistere perché sedesse con me. Sembrava imbarazzato, e divenne rosso quando gli dissi che la camicia che mi aveva prestato era bellissima.
“La prego, signorina. La tenga, le sta benissimo”.
Poi riuscii a fargli bere il caffè dalla mia stessa tazzina e cercai di farlo parlare ancora. Non avevo sonno, non volevo tornare a casa, e mi sarebbe piaciuto fare di nuovo sesso, lì sul tavolo, o sul pavimento.
Abbassai gli occhi con un attimo di ritardo, Pierluigi aveva capito qualcosa.
“Una gentile signorina adorava mettere le mie camicie, dopo. Solo che le andavo talmente grandi che si sentiva scomoda. Allora nei comprai cinque di due misure più piccole, esclusivamente per lei. Una volta, ne presi distrattamente una e non riuscivo ad abbottonarla: un peccato, ero di fretta quel mattino, e mi presentai in ritardo con la colazione, rischiai di essere licenziato, il signore era molto preciso e teneva moltissimo al rispetto dei suoi orari. Altro peccato, la signorina mi lasciò due giorni dopo, e indossò quelle camicie una sola volta”.
Insomma, la conversazione riprese a scorrere.
Svuotai la caffettiera e la caraffa, spazzai via tutto il resto: dite quello che volete, ma il sesso fatto bene è un ottimo esercizio fisico, fa venire fame e impedisce di ingrassare.
“Signorina, gradisce ancora qualcosa?”, mi chiese quando si accorse che sul tavolo non era rimasto più niente.
Bene, non avrei saputo dire se si era preparato la battuta per darmi l’occasione o se davvero mi stesse chiedendo se avevo ancora fame, ma non me la lasciai sfuggire: “Sì, lei. Qui e subito, e per favore non mi chiami signorina”.
Sorrise, e fui certa che se lo aspettava.
“A sua disposizione”.
Mi prese per i fianchi e mi fece sedere sul tavolo: il piano di marmo era gradevolmente fresco sotto le mie natiche, la sua lingua caldissima tra le mie gambe; anche se avrei gradito che prima mi baciasse i seni gli misi una mano sulla nuca e mi godetti le sue attenzioni. Ebbe molta pazienza con me, rimase in ginocchio a leccarmi a lungo prima di rialzarsi e tirare fuori dai pantaloni il cazzo già grosso e duro e dalla giacca un preservativo.
“Le chiedo scusa, ma credo che farò molto in fretta”, disse mentre entrava dentro di me.
Non mi importava, ero pronta ed eccitata: gli strinsi i fianchi con le gambe, la schiena con le braccia, e cominciai a godermi le sue spinte affondando la faccia nel tessuto della sua giacca.
“Più forte”, mi scappò detto, e subito mi accontentò, poi fece una cosa che mi sorprese e mi eccitò ancora di più: senza sforzo apparente, dopo avermi a sua volta abbracciata, mi sollevò di peso per entrare ancora di più dentro di me.
Riuscii a resistere pochissimo: cominciai a venire e non smisi più finché non venne anche lui, stringendomi ancora più forte e lanciando una specie di urlo soffocato.

Annunci

2 Risposte to “942”

  1. meo..... laura novembre 4, 2014 a 6:03 pm #

    sempre meravigliosa la tua lettura

    marcello

  2. intensamente novembre 5, 2014 a 8:55 am #

    Splendido, soprattutto il dettaglio della camicia!

    Risposta:
    Una camicia da uomo non può mancare nel guardaroba di una ragazza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: