944

6 Nov

brooks04Ovviamente comprai a Cristina quel bustino che tanto le era piaciuto, e che in fondo non era neanche troppo caro, dal momento che per novanta euro avemmo anche le calze con la riga da accoppiarci.

 


Il problema più grosso fu scegliere il colore: a lei piaceva rosso, ma poi non era convinta dell’effetto delle velatissime calze rosse da abbinarci. A me invece sarebbe piaciuto bianco, a fare contrasto con i suoi capelli e col folto e ricciuto triangolo nero in cui mi piaceva frugare con le dita, le labbra e la lingua; alla fine si decise per quello nero.
Le piaceva tanto che quando le imposi di tenere solo quello addosso per tutto un fine settimana, mi abbracciò e baciò come se le avessi fatto un enorme regalo, ed era uno spettacolo vederla in giro per casa così svestita, perché era vero, le esaltava i seni e sottolineava il culo, lontano dal quale non riuscivo a tenere le mani; ad ogni carezza mi sorrideva estasiata, quasi meravigliandosi del mio desiderio.
Interruppe quell’idillio una telefonata che non mi aspettavo.
Pierina era un bel po’ che non si faceva sentire, da quando mi aveva aiutata ad agganciare Cristian, e confesso che non ne ero sorpresa. Voglio dire, se non sapeva per certo almeno sospettava che io fossi qualcosa di più di una escort, e allora perché offrirmi ancora lavoro?
Lo capii dopo cinque minuti di conversazione, quando finalmente arrivò al dunque.
C’era questo ragazzo, suo nipote, con la sindrome di Down: il corpo di un diciottenne che imprigionava la mente di un bambino. Un bambino che non si rendeva conto di cosa gli stava capitando.
“Capisci, lui non si rende conto, ma ha bisogno di scopare. Mia sorella è troppo di chiesa, non ha voluto abortire e non pensa neanche a queste cose, mio cognato mi ha confessato che da quando è nato Massimo zero, non l’ha mai più fatto, e qualche volta gli ho dato una mano, gli ho procurato una ragazza, tutto a spese mie. Questa è una cosa che adesso posso chiedere solo a te”.
D’accordo, dimmi chi devo scoparmi e lo farò, te lo devo, me lo hai fatto capire chiaramente, pensai, e insomma, di trattava di sverginare il nipotino. Bene, con due ragazzini avevo già lavorato e recitato la parte della nave scuola, ma quella era stata una cosa diversa, loro sapevano benissimo di cosa si trattava, erano entusiasti ed ansiosi di imparare. Qui, dissi a Pierina, rischiamo una mezza specie di disastro, metti che si spaventa, pensa che guaio combiniamo.
“Ci sarò anche io, Massimo si fida di me, tanto che avevo pensato di occuparmi io di lui, ma poi mi hanno spiegato che non è una buona idea, per lui sono quasi una mamma, non devo inquinare l’immagine che ho altrimenti non mi darebbe più retta”.
D’accordo. E c’è la possibilità di conoscerla di persona, questa Pierina, per quasi un anno altro non è stata che una voce al telefono, facciamolo e sbrighiamoci, e non parlo neanche di soldi, questa è una cosa che si può fare esclusivamente pro bono.
“Dove ci vediamo?”, chiedo, e viene fuori un altro problema, casa di Massimo no, casa di Pierina no, per fortuna ho sempre le chiavi dello studio delle ragazzine, e sarebbe proprio ora di restituirle e restare soltanto quella che paga le fatture, ormai vanno abbastanza bene da sole e Milena ha definitivamente smesso di pippare coca, e Ilary si è vista davvero arrivare a Roma, qualche giorno fa, il suo cacciatore più o meno innamorato, quell’Alberto, che siccome ha ovviamente un sacco di soldi l’ha tenuta occupata tutto un fine settimana dopo essersi letteralmente trasferito lì. Ma la mattina di un giorno lavorativo le ragazze sono a scuola e visto che pago io affitto e bollette non vedo perché non posso utilizzarlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: