Avanzata (7)

25 Dic

Storie di Elfi e di Uomini

La puttana, domata e sottomessa, restò in silenzio mentre la Bastarda dava un piccolo strattone al cappio. “Molto bene. Adesso appoggia la caviglia destra sulla gamba sinistra, all’altezza del ginocchio”. La puttana obbedì muovendosi con molta cautela: l’Elfa teneva ancora in pugno un capo della corda che le toglieva il respiro, ed obbedì anche al successivo ordine: “Rilassati, non ti farò ancora male, alza la gamba sinistra adesso”. La Bastarda annuì soddisfatta, afferrò rapidamente il piede infangato e costrinse la puttana a piegare la gamba finché lo stesso piede non venne ad essere bloccato dalla corda che ne legava i polsi; contemporaneamente la gamba piegata imprigionava l’altro piede.

View original post 624 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: